SCANDEBERGS

Il duo di fotografi, Scandebergs – Stefano Colombini e Alberto Albanese – producono a Tagli una serie di 10 opere. Catturano una nuova versione onirica di Stromboli, rappresentata attraverso le immagini come un “posto altro” o con le parole di Foucault, un “Eterotopia”. 

Omettendo deliberatamente la presenza del vulcano, Scandebergs sottolinea la forza invisibile e trasformativa che proietta sui ciò che lo circonda: Telecamere termiche, antenne e strutture metalliche assumono una connotazione monumentale, mentre il paesaggio naturale sembra iper-saturato e iper-reale.